Il Museo è situato all’interno dell’Istituto Minerario Asproni. Istituito nel 1871, il museo espone una delle più complete collezioni di minerali esistenti nell’isola.

Salone I: Minerali nazionali ed internazionali; modelli dell’arte mineraria, di macchine e apparecchiature di laveria , metallurgia e arricchimento di minerali; fossili vegetali e animali.

Salone II: Espone le rare e pregevoli collezioni sarde, contenute entro belle ed antiche vetrine e bacheche. E’ presentato quanto di più caratteristico hanno espresso la geologia e l’attività industriale legata alla miniera in Sardegna: carbone fossile, marmo, anglesiti, fosgeniti, galene, smithsoniti, calamine, fossili dell’Iglesiente; resti di scheletri umani ed attrezzi di lavoro dall’età punica a quella aragonese; plastici e modelli riproducenti i metodi di coltivazione e varie altre strutture; la piccozza di Alberto della Marmora, utilizzata durante le escursioni effettuate nell’isola nella prima metà dell’Ottocento e la carta geologica della Sardegna da lui elaborata a compendio degli studi compiuti.
Istituto Tecnico Industriale Minerario, via Roma, 45

Orari apertura

  • 8.30-13.30 da lunedì a sabato – pomeriggio e festivi aperto su richiesta;
  • ingresso gratuito.