Le spettacolari manifestazioni della Settimana Santa (che ricordano la provenienza iberica) iniziano il Martedì Santo con la prima Processione quella dei Misteri; proseguono nel Giovedì Santo con la Processione dell’Addolorata: le traccas e i tamburi accompagnano la Madonna Addolorata che cerca Gesù.

La mattina del Venerdì Santo la Processione del Monte rinnova il dramma della salita al Calvario e la sera la Processione del Descenso, o della Deposizione, la più coinvolgente e ricca di fascino, racconta il funerale di Gesù. Si distingue per spettacolarità la manifestazionede is babballottus, che il Giovedì e il Venerdì Santo riempiono le vie del centro storico: adulti, bimbi e ragazzi, bianchi e incappucciati, seguono le sacre processioni del Cristo morto. Il giorno della Resurrezione si snoda per le vie cittadine la grande Processione de S’lncontru (l’incontro) e con S’lnserru (la chiusura), il martedì dopo Pasqua, si chiude il ciclo delle grandi rappresentazioni della Settimana Santa.

Queste rappresentazioni dei Misteri sono state curate fin dal Seicento dalle confraternite, una delle quali era quella dell’Oratorio di San Marcello; dal Settecento è l’Arciconfraternita del Sacro Monte della Madonna della Pietà a occuparsene.

  • Martedì Santo: Processione dei Misteri ore 19,00 dalla Chiesa San Michele
  • Mercoledì Santo: S. Messa in San Michele ore 18,30
  • Giovedì Santo: Processione dell’Addolorata ore 20,00 dalla Chiesa San Michele
  • Venerdì Santo:Processione del Monte ore 9,00 dalla Chiesa San Michele e Processione del Descenso ore 20,00 dalla Chiesa San Michele
  • Domenica di Pasqua: S’lncontru ore 11,00 Dalla Chiesa di San Michele
  • Martedì dopo Pasqua: S’lnserru ore 19,00 Dalla Chiesa di San Michele

Altre manifestazioni religiose, in Iglesias, hanno particolare rilevanza. Tra queste la sagra in onore della patrona della città, Santa Chiara, che si svolge il 12 maggio (i riti religiosi si tengono nella cappella maggiore dell’antico santuario del Duomo);

il 17 maggio si onora la Madonna di Tratalias: la cassa contenente la statua, posta in un cocchio trainato da buoi, parte da Tratalias, percorre le strade dell’iglesiente e giunge nella Cattedrale del capoluogo sulcitano, seguita da uno sterminato corteo di fedeli. La festa si tiene nel santuario dedicato originariamente al martire cristiano San Saturno.

La sagra della Madonna delle Grazie ha una lunga storia comincia con il voto fatto in occasione del flagello delle cavallette Ogni anno se ne rinnova il ricordo con l’offerta alla Madonna di un cero da parte dell’amministrazione civica, a nome della cittadinanza.

Il 15 agosto si festeggia l’Assunta, nella cosiddetta festa di mes’e austu (mezz’agosto); la sera si svolge la processione de I Candelieri.

Nella prima decade di settembre nella chiesa della Madonna di Valverde, si rinnovano gli antichi culti in onore della Vergine.

A fine ottobre, sul colle omonimo, si celebra la Vergine del Buon Cammino. Il simulacro della Vergine è trasportato dalla cattedrale alla chiesetta che sta sul colle, accompagnato dalla tradizionale fiaccolata.