La collezione comprende 139 ritrovamenti e fu donata al Comune di Iglesias il 3 luglio 1969 dalla Signora Maria Pistis (figlia del Regio Ispettore Onorario Salvatore Pistis e vedova dell’Onorevole Dott. Angelo Corsi) col dichiarato intento di promuovere un Antiquarium locale. Nel 1971 fu aggiunta la donazione del medagliere composto da 591 monete.

Del materiale archeologico si dispone di due elenchi, incompleti: uno redatto nel 1966 dalla Soprintendenza alle Antichità, l’altro compilato dagli eredi nel 1970.

La collezione è di tipo archeologico e abbraccia vari periodi storici di cui sono rimaste testimonianze materiali nella città.

Ceramica, vetro, pietra, metallo sono gli elementi che caratterizzano i pezzi, appartenenti al periodo preistorico, fenicio-punico, romano, alto e basso medievale.