Visit Iglesias - Il Breve di Villa di Chiesa
Itinerari

Il Breve di Villa di Chiesa

Il Breve di Villa di Chiesa è il documento più antico, e indubbiamente il più importante, conservato nell’Archivio Storico Comunale cittadino, dove ancora oggi lo si può vedere.

Si tratta dello statuto di Villa di Chiesa, antico nome della città di Iglesias. 

Esso fu elaborato all’epoca in cui Iglesias si trovava sotto il dominio della famiglia Pisana dei Donoratico, dedita allo sfruttamento delle miniere sulcitane.
Il Breve fu ratificato nel 1327 dall’infante Alfonso d’Aragona dopo la conquista della città

Il Breve contiene norme che regolano l’intera vita della comunità iglesiente dalle prescrizioni urbanistiche alle regole sulla corretta conduzione dei mercati e delle merci che vi si vendevano, dalle regolamentazione della vita sociale alla previsione delle pene da comminare ai chi fosse macchiato dei differenti reati.

E così che nel Breve si prescrivevano le uscite delle donne sole e le regole da seguire nei giochi d’azzardo, la pubblicità cui lo stesso Breve doveva essere sottoposto e l’ordine che doveva essere rispettato dai candelieri in processione nel giorno dell’Assunta.
La vita dello stesso Capitano, luogotente reale ad Iglesias, era regolamentata dallo Statuto così come le regole riguardanti lo sfruttamento delle miniere, vera ricchezza della città.

Al Breve ci si doveva attenere anche nella scansione del tempo, rispettando la prescrizione che dopo il terzo rintocco serale della campana, nessuno potesse più vagare per le vie cittadine.

Alcune particolarità sono collegate a questo antico codice: da esso si evince la precisa volontà del legislatore di dare ampia diffusione e favorire il più possibile la conoscenza del testo. Le norme sulla sua divulgazione presso il popolo e la sua redazione in italiano volgare in tempi in cui tutti i documenti venivano redatti in latino ne sono un chiaro indice.

Il breve dunque, oltre ad essere un prezioso documento antico, rappresenta l’importante base sulla quale la comunità di Iglesias si è poggiata ed è cresciuta nel corso dei secoli.